"L'improvvisazione non si improvvisa!"

DAL 6 OTTOBRE TUTTI I VENERDI 

Hai mai provato a far nascere una storia senza avere un testo scritto? Ed a farlo in compagnia?

Divertiti a giocare ed esplorare il mondo senza copione. Con l’improvvisazione non ci sono scenografie, costumi, ma soltanto la fantasia e la pura immaginazione.

 

E se è improvvisato, cosa si fa al corso?

Difficilmente ci sentirete parlare di “RECITARE” o di “FARE LE PROVE” come nel teatro tradizionale.

L’improvvisazione attinge più al gergo sportivo. Noi “CI ALLENIAMO” e “GIOCHIAMO”.

Ci caliamo in una dimensione di gioco per scrollarci di dosso le zavorre della quotidianità, per immergerci nell’universo magico di tutto ciò che “potrebbe succedere se”.

Alleniamo la concentrazione, la velocità di reazione, la capacità di collaborare, l’abilità di comunicare intenzioni, la sospensione del giudizio, la capacità di fare delle scelte, di lasciarsi sorprendere, di accettare le idee altrui, di ascoltare, di osservarsi, di fidarsi del proprio intuito, delle proprie emozioni, di non perdere la testa di fronte al vuoto, di fallire e costruire insieme e di rendersi conto di come un SI o un NO possono cambiare tutto il corso della storia.

Prerequisiti: voglia di giocare. 

 

Scalino23 propone corsi di improvvisazione teatrale strutturati in più anni.

- Primo anno;

- Secondo anno;

- Terzo anno;

- Gruppo amatori.

 

 

E' in partenza il corso di primo anno 2017/2018 dal 6 Ottobre 2017 ogni venerdì.

 

E' previsto uno spettacolo conclusivo.

 

 

Con l’improvvisazione lavorerai :

- Con la Creatività che non è solo libero sfogo della fantasia, peraltro stimolata attraverso esercizi di ginnastica mentale, ma capacità di dare una struttura mentale libera da preconcetti e funzionale alla coerenza e comprensione del messaggio;

- Con la Comunicazione: improvvisare con altre persone significa innanzitutto rapportarsi con soggetti di cui non si conoscono le intenzioni ma con i quali si deve riuscire a mettersi in relazione a più livelli (corpo/mente/emozioni) in maniera tale da poter essere efficacemente compresi e comprendere;

- Con l’Ascolto: arrivare ad una capacità percettiva più sviluppata che permetta di intuire e comprendere le intenzioni dell’altro attraverso gli atteggiamenti verbali, fisici, emotivi, al di là quindi delle sole manifestazioni più evidenti.

 

Il corso è adatto a chiunque!

Un’occasione per divertirsi, liberarsi da alcuni freni e timidezze, imparare ad affrontare il pubblico, scoprire i punti di forza e amplificarli.

 

Perché partecipare?

Per scoprire e sviluppare il potenziale creativo e comunicativo che ognuno di noi ha dentro di sé.

La finalità è anche quella di dar modo ai destinatari del corso di acquisire sicurezza nel sé, allenare fantasia e creatività, sviluppare le potenzialità espressive verbali e non verbali, stimolare l’ampliamento della sensibilità nei confronti di sé stessi, degli altri e dell’ambiente circostante.

E’ uno strumento di formazione innovativo che offre ai partecipanti la possibilità di riflettere sui propri comportamenti in una forma leggera ma nello stesso tempo di grande impatto.

Una straordinaria palestra della comprensione, questa è l’improvvisazione teatrale.

Liberiamoci giocando da pregiudizi e paure!!!

 

Per concludere 3 buoni motivi per partecipare:

1. “per sapere finalmente se è nato prima l’uovo o la gallina, forse.”;

2. Per imparare a considerare l’”errore” una risorsa ed imparare ad affrontarlo con efficacia;

3. Per sviluppare la capacità di trasformare gli imprevisti in idee creative.

 


I primi di giugno a Chianciano Terme, ogni anno, si svolge - Improject - un raduno di improvvisazione teatrale; la partecipazione è consigliata per aggiungere ore formative mirate ad approfondire un determinato argomento con insegnanti provenienti da diverse parti di Italia.

Improject è aperto ai primi e ai secondi anni: un'occasione per conoscere, confrontarsi, esibirsi.